Renault kango

Home / Posts tagged "Renault kango"
Auto elettriche in vendita in Italia nel 2012

Auto elettriche in vendita in Italia nel 2012

Tra quest’anno ed il prossimo qualche modello in più arriverà, ma fino a pochi mesi fa ce n’erano davvero pochi. Vediamo dunque quali sono i modelli di auto elettrica attualmente disponibili sul mercato in Italia che potrebbero ottenere delle agevolazioni ed incentivi.

DOMINIO RENAULT – L’ultima arrivata, in ordine di tempo, è la Renault Twizy. Questa piccola city-car è stata realizzata in diverse varianti, ma per ora in Italia ne sono disponibili solo due. Mezzo scooter e mezza auto, a prima vista i due modelli non si riescono a distinguere, ma sono le prestazioni che cambiano. La prima si chiama Urban 45 ed ha è messa a disposizione anche dei minorenni visto che si può guidare anche con il patentino e raggiunge al massimo i 45 km/h; l’altra si chiama Urban 80 e si può guidare solo con la patente B e può raggiugnere gli 80 km/h. Entrambe, al netto degli incentivi, costano 6.990 euro più 50 euro al mese per l’affitto della batteria.

 

Ma la Renault ha pensato anche a chi viaggia al di fuori del percorso cittadino. Per questi utenti ha messo a disposizione la Fluence Z.E., identica ad una berlina tradizionale, se non fosse che ha un motore elettrico. Velocità massima 135 km/h, autonomia 185 km, il prezzo è sui 28 mila euro più 87 al mese per la batteria.

Rimanendo sempre in Francia, da Oltralpe arriva anche la Citroen C-Zero che è uguale alle Citroen da città che siamo abituati a vedere da decenni, ma anche lei al 100% elettrica. Autonomia 150 km, velocità massima 130, costo 28.320 euro con la batteria inclusa nel prezzo. A pochi chilometri di distanza viene prodotta la Peugeot i-On che ha lo stesso prezzo e le stesse caratteristiche della Citroen C-Zero, e a dirla tutta si assomigliano pure le due auto. Insomma, per la scelta ci si affida al gusto estetico del cliente.

AUTO ASIATICHEDando uno sguardo alle asiatiche, possiamo trovare la Mitsubishi i-Miev, un’altra citycar come ce ne sono tante oggi in giro, che raggiunge i 130 km/h per un’autonomia da 150 km. Il prezzo però è un po’ più alto, 36.800 euro, ma senza noleggio per la batteria che è inclusa. E poi c’è lei, la regina delle auto elettriche, la Nissan Leaf, auto dell’anno 2011. La prima elettrica ad essere premiata ha un’autonomia leggermente superiore alla media, 175 km, ed una velocità massima di 145 km/h al prezzo di 38.500 euro (sceso di parecchio dall’anno scorso, dettaglio da non sottovalutare).

 

Mitsubishi i-MiEV in Spain
Mitsubishi i-MiEV in Spain (Photo credit: Wikipedia)

 

Enhanced by Zemanta

GENEVA - MARCH 03:  The Renault Twizy  concept...
GENEVA - MARCH 03: The Renault Twizy concept car is pictured during the second press day at the 80th Geneva International Motor Show on March 3, 2010 in Geneva, Switzerland. The show features World and European premieres of cars, and will be open to the public from March 4th to the 14th. (Image credit: Getty Images via @daylife)

 

Ricarica rapida in 15-20 minuti per i prossimi veicoli elettrici che adotteranno il nuovo standard J1772

Ricarica rapida in 15-20 minuti per i prossimi veicoli elettrici che adotteranno il nuovo standard J1772

Quasi tutte le principali case automobilistiche americane ed europee stanno convergendo in questi giorni nella scelta di uno standard da adottare per le auto elettriche. Il tempo di ricarica e le stazioni di approvvigionamento sono infatti tra i principali freni alla conversione del parco auto da motore a scoppio ad elettrico, e il nuovo sistema ad alte prestazioni potrebbe essere un importante passo in avanti.

Audi, BMW, Chysler, Daimler, Ford, General Motors, Porsche, e Volkswagen hanno dunque deciso di adottare per i prossimi modelli di auto ecologiche il sistema progettato dalla SAE International, una evoluzione dell’attuale porta AC J1772 già presente nella Nissan Leaf, Chevrolet Volt, Ford Focus Electric e tante altre.

Il nuovo modello J1772 permette anche la ricarica tramite la corrente continua (DC) con tempi che si ridurrebbero sensibilmente fino a 15-20 minuti. I produttori asiatici non sono stati attualmente interpellati visto che loro utilizzano già un sistema di ricarica DC chiamato CHAdeMO e non si sognerebbero mai di commercializzare auto elettriche/ibride in Europa senza un controllo adeguato delle infrastrutture capaci a sostenere il veicolo. Si adegueranno dunque ai nostri standard non appena entreranno in circolazione a partire – secondo la ACEA – dal 2017.

Enhanced by Zemanta